Proteggersi dal cybercrime è un’esigenza globale

RIVOLUZIONE DIGITALE E CYBERCRIME
La rivoluzione digitale sta cambiando il modo in cui ci si difende da potenziali azioni criminali e il modo in cui le aziende gestiscono i propri rischi.

Il rapporto del WEF World Economic Forum 2019 , sui rischi per le attività economiche, evidenzia la portata delle minacce digitali per il mercato globale, spiegando come il cambiamento del profilo di rischio non sia solo un problema per i settori tecnologicamente avanzati e tradizionalmente colpiti dalla criminalità, come quello finanziario, ma interessi tutti i settori merceologici.

Gli attacchi informatici rappresentano la seconda minaccia più temuta, dopo quella di una crisi fiscale. Il pericolo cybercrime supera addirittura quello di una crisi di governo o di eventuali conflitti. Un dato per nulla sorprendente se si considera che di fatto stiamo informatizzando ogni aspetto della nostra quotidianità e pertanto anche la criminalità ne prende atto. D’altro canto sta anche cambiando il modo in cui le forze dell’ordine devono rispondere a queste crescenti minacce.

LE PREVISIONI DEL WEF – WORLD ECONOMIC FORUM
Ma c’è di più. Secondo le previsioni che emergono dallo studio presentato a Davos (21-24 Gennaio 2020) sempre dal World Economic Forum e realizzato insieme ai maggiori Internet service provider mondiali, nel 2021 l’impatto del cybercrime su scala globale sarà di 6.000 miliardi di dollari.

Il gruppo di lavoro del WEF ha stilato quattro principi per impedire che le attività malevole raggiungano gli utenti finali intaccando anche la reputazione delle imprese:

  • proteggere i consumatori dai cyber-attacchi e agire in concerto con gli altri Isp per individuare le minacce note e rispondere.
  • intraprendere una serie di azioni per aumentare la conoscenza delle minacce e sensibilizzare il pubblico e aiutare i consumatori a proteggere le loro reti e i loro dispositivi.
  • collaborare più da vicino con i produttori e vendor di hardware, software e infrastrutture per alzare il livello dei requisiti minimi di sicurezza.
  • intraprendere azioni per rafforzare la sicurezza del routing e del signalling per rendere più efficace la difesa contro gli attacchi.

Le minacce più comuni che si indirizzano verso gli Isp e i loro clienti sono le frodi basate sul social engineering, la distribuzione dei malware e le tecniche per interferire con i protocolli di routing al fine di condurre attacchi DoS.

TOOLS & STRATEGIC SOLUTIONS
Il WEF propone un’infografica animata molto interessante riguardo al contesto, al trend e alle linee strategiche (Strategic Intelligence) da seguire per monitorare a livello globale le criticità e gli eventi che guidano il cambiamento economico. Tra queste strategie figura anche la Cyber Security.

La ricerca di una sicurezza nel cyberspazio è un must dell’economia globale ed essa porta con sé delle best practices per combattere il cybercrime. Tra queste buone pratiche c’è quella di affidarsi all’industria assicurativa e della gestione del patrimonio. Soluzioni immediate, dunque, sono possibili cercando di arginare le perdite economiche attraverso coperture assicurative studiate ad hoc.

In linea con le richieste del mercato internazionale, European Brokers dispone del prodotto Cyber Security studiato per soddisfare le esigenze di ogni tipo di azienda e concorre a sensibilizzare tutti i ‘cittadini digitali‘ su queste importanti tematiche #nocybercrime #cybersecurity .

Per ulteriori informazioni e quotazioni scrivere a corporate@ebrokers.it

Scarica il rapporto WEF 2019
Guarda la scheda del prodotto

FONTI: WEF, Assinews.it