Effetto Azzurri sul PIL

Effetto Azzurri sul PIL: quanto vale la vittoria a Euro 2020?

La vittoria della Nazionale di calcio italiana a Euro 2020 farà bene all’economia. Il giorno dopo la finale a Wembley iniziano a circolare le prime stime sull’impatto del trionfo degli Azzurri sull’economia italiana.

A snocciolare le prime previsioni è il presidente della Figc, Gabriele Gravina:

“Il calcio e la Nazionale concorrono a fare il nostro Paese più credibile, stimato, inclusivo e ricco: tutte le maggiori ricerche stimano l’impatto della grande vittoria di ieri nello 0,7% del Pil” ha detto parlando al premier Mario Draghi che ha ricevuto gli azzurri campioni d’Europa a Palazzo Chigi.  “Gli azzurri rappresentano un esempio positivo, un messaggio di bellezza che fa bene all’Italia, in termini di passione e fiducia per il futuro, ma anche economici: la vittoria, attraverso bel gioco e identità ben definita, è un incentivo a dare sempre il meglio di noi stessi in ogni settore”.

Coldiretti: +12 miliardi di euro sul Pil

Le stime citate da Gravina sono quelle di Coldiretti, che quantifica in 12 miliardi di euro  l’impatto positivo in termini di possibile aumento aggiuntivo sul Pil. Questo perché nel caso di grandi vittorie gli effetti del prestigio internazionale sui mercati si traduce abitualmente  in aumento delle esportazioni del Made in Italy. Una crescita che andrebbe ad aggiungersi al +19,8% annuale, registrato nel primo quadrimestre del 2021 sulla base dei dati Istat. “Non c’è dubbio che la vittoria in Inghilterra – ha sottolineato la Coldiretti – è comunque una importante chance sui mercati esteri dove si forma una importante parte del PIL nazionale che nel 2021 è già stimato in crescita attorno al 5%. Non va dimenticato anche l’impatto positivo sui flussi turistici stranieri con gli arrivi estivi a luglio e agosto già stimati in aumento del 32% rispetto all’anno scorso, anche se su valori di monto inferiori all’anno prima della pandemia, secondo elaborazioni Coldiretti su dati Isnart. “Una opportunità di crescita sostenuta peraltro dal prestigio internazionale del Paese anche sul piano politico ed istituzionale come dimostra – continua la Coldiretti – l’apprezzata presenza nello stadio di Wembley a Londra del presidente della Repubblica Sergio Mattarella ma anche del tifo esplicito per gli azzurri del presidente Commissione Ue Ursula von der Leyen”.

Queste previsioni si basano sulla teoria che ogni grande vittoria sportiva genera un’effetto positivo che aumenta il prestigio internazionale di un Paese. Dopo la vittoria degli azzurri nel 2006, per esempio, i dati ci dicono che l’economia nazionale è cresciuta in modo sostenuto, con un aumento record del 4,1% del Pil a valori correnti. “L’anno successivo all’ultima grande vittoria degli azzurri al campionato mondiale di calcio del 2006 in Germania, l’economia nazionale è cresciuta in modo sostenuto con un aumento record del 4,1% del Pil a valori correnti mentre il numero di disoccupati è diminuito del 10%, secondo l’analisi della Coldiretti che evidenzia peraltro che si tratta di un risultato registrato alla vigilia di una pesante fase di recessione mondiale. Nel 2007 – sottolinea la Coldiretti – si è anche verificato un incremento delle vendite nazionali all’estero del 10% spinto dal successo di immagine dell’Italia che ha avuto un effetto traino anche sui prodotti Made in Italy. Va registrato peraltro – conclude la Coldiretti – un aumento di 2,36 milioni di stranieri che sono venuti in Italia in vacanza nell’anno successivo alla memorabile vittoria che significa in termini percentuali un +3,5%”.

Affidati sempre a veri professionisti per scoprire i servizi assicurativi e finanziari più idonei per te e la tua azienda

Fonte: Wall Street Italia

Tags: ,

Offcanvas

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.