EB Trade Credit, un anno di attività e l’ampliamento della sua divisione dedicata agli intermediari Ott01

Tags

Articoli Correlati

Condividi

EB Trade Credit, un anno di attività e l’ampliamento della sua divisione dedicata agli intermediari

EB Trade Credit compie il suo primo anno raggiungendo importanti risultati. La società è annoverata tra i top player dei principali gruppi operanti nel Credito commerciale in Italia (Atradius, Coface, Euler Hermes, Sace) e ha sottoscritto accordi con player internazionali per le coperture su estero e su reverse trade credit.

Conclusa la prima fase di consolidamento del portafoglio e di organizzazione della struttura il prossimo obiettivo sarà dedicato ad ampliare la divisione dedicata agli intermediari.

Il settore del credito commerciale – afferma Carlo Gallucci, responsabile della struttura – richiede competenze specifiche e un backoffice dedicato giornalmente a seguire i clienti nella gestione degli affidamenti, delle procedure interne di scoring e nelle esigenze di relazione con le controparti. Obiettivo di EB Trade Credit è affiancare gli intermediari assicurativi, in qualità di loro partner, nel presentare queste coperture ai propri clienti seppur non dotati di specialties interne.
Possiamo accompagnare i nostri corrispondenti, se richiesto, dai loro clienti per presentare insieme le opportunità tutelando sempre la parternità del portafoglio.

La copertura del credito può così diventare uno strumento di liquidità aziendale complementare o in alcuni casi addirittura alternativo al sistema bancario.

Ma quali sono i reali vantaggi per le società che richiedono una copertura assicurativa del credito commerciale?

  1. capacità di affrontare con sicurezza nuovi mercati e nuovi partner, con la consapevolezza che in caso di difficoltà finanziaria dei clienti esiste una copertura assicurativa contro il rischio della loro insolvenza;
  2. con l’avvento di Basilea II lo strumento assicurativo della garanzia sui crediti commerciali rappresenta il mezzo con cui le Società possono migliorare il proprio rating ed avere di conseguenza notevoli vantaggi nei rapporti con le Banche;
  3. risparmio fiscale;
  4. soluzioni aggiuntive per l’aumento della liquidità:
    • Factoring: smobilizzazione a breve di crediti prosoluto e/o prosolvendo;
    • Cartolarizzazione: creazione di strumenti finanziari trasferibili, e quindi negoziabili e perciò auspicabilmente liquidi.

«Abbiamo aperto la nostra division un anno fa» afferma Carlo Gallucci, Responsabile della Unit «non solo per distribuire un prodotto utilissimo, nonché necessario, ma per aiutare il mercato italiano ed estero a fiorire e ad avere sempre un punto di riferimento per la ricerca di garanzie economiche».


Per maggiori informazioni
Email carlo.gallucci@ebrokers.it