Costo assicurazione auto: quali sono i fattori che fanno salire il prezzo Lug27

Tags

Articoli Correlati

Condividi

Costo assicurazione auto: quali sono i fattori che fanno salire il prezzo

Stai per richiedere un preventivo r.c. auto? Oppure lo hai già fatto e ti sembra alto?

Alcuni fattori influenzano il costo assicurazione auto più di altri. Sai quali sono?

Continua a leggere, per scoprire come viene calcolato il premio assicurativo, tra fattori tecnici, personali e costi fissi.

Fattori tecnici che influenzano il costo assicurazione auto

Alcuni dei fattori tecnici hanno un peso importante all’interno del calcolo per il costo assicurazione auto.

Vediamo quali sono e come influiscono sul prezzo finale della polizza.

Il tipo di veicolo

Il tipo di veicolo che si vuole assicurare, è il parametro più influente sul costo assicurazione auto.

Assicurare un’utilitaria costa decisamente meno rispetto a stipulare una polizza per un’auto di lusso.

Ma quello che la compagnia assicurativa prende davvero in considerazione, è la potenza del motore. Le statistiche dimostrano che veicoli più potenti fanno più incidenti rispetto a quelli che hanno prestazioni più basse.

Generalmente, l’aumento del premio assicurativo si calcola ogni 2 cavalli fiscali in più.

Leggi di più su cos’è la potenza fiscale di un veicolo.

Il tipo di alimentazione del veicolo

Il ragionamento che le compagnie seguono per valutare il rischio in base al tipo di alimentazione è questo: più il costo del carburante è basso e più l’auto, statisticamente, viene utilizzata. Più chilometri percorre un veicolo, e più sale il rischio di sinistri.

Quindi, le auto che utilizzano il Diesel, risultano penalizzate rispetto a quelle a benzina.

Il metano, al contrario di quello che si potrebbe pensare, porta ad un incremento notevole del prezzo delle polizze, soprattutto in alcune Regioni d’Italia, mentre le più vantaggiose da questo punto di vista, sono le auto ibride e elettriche.

Gli accessori di sicurezza

Tutti i dispositivi di sicurezza presenti nel veicolo da assicurare permettono di ridurre il rischio di incidenti, e di conseguenza, di abbassare il costo assicurazione auto.

Ben vengano, quindi, ABS, airbag, frenata di emergenza, scatola nera, antifurto satellitare, e tutto ciò che può contribuire ad evitare sinistri e furti.

Il massimale

Anche il massimale influisce sul costo assicurazione auto. Si tratta del rimborso massimo che la compagnia pagherà in caso di sinistro.

Più è alto e più salirà il premio, per permettere alla compagnia di coprire le spese.

Fattori personali che condizionano il costo assicurazione auto

Anche i fattori personali, relativi al conducente, hanno la loro importanza quando si tratta di calcolare il costo assicurazione auto.

Ecco quali sono le informazioni che le compagnie assicurative prendono in considerazione, per presentarti un preventivo accurato.

Età del conducente

I dati dimostrano che la giovane età può portare a commettere delle imprudenze.

Per questo le compagnie assicurative si tutelano alzando il prezzo della polizza ai giovani, in particolare se sotto i 25 anni.

Esperienza alla guida

Le statistiche dicono che chi ha meno anni di esperienza, è più soggetto a sinistri, rispetto a chi ha esperienza.

Quindi, a parità di età anagrafica e di tutti gli altri fattori, chi è inesperto deve pagare una polizza leggermente più alta.

Classe di merito

Le classi di merito sono 18, e la prima è la più virtuosa. I neopatentati fanno il loro ingresso nella classe di merito numero 14 e, se non fanno incidenti, hanno la possibilità di scalare le classi facendo diminuire il costo assicurazione auto.

Al contrario, se la compagnia assicurativa è costretta a risarcire i danni causati dal conducente varie volte, è possibile anche scendere nelle classi, con un conseguente aumento del premio, anche molto consistente.

Con la Legge Bersani, però, è possibile usufruire della classe di merito di un familiare e risparmiare sulla polizza. Leggi come fare e quali sono i requisiti.

Provincia di immatricolazione o residenza

Per quanto riguarda la Provincia di immatricolazione o residenza, ci si rifà di nuovo alle statistiche. Coloro che vivono o immatricolano il proprio mezzo in zone con molta criminalità e incidenti, avranno un premio assicurativo più alto rispetto ad altre Province italiane.

Professione

Se la professione del conducente prevede di passare molto tempo in auto e percorrere molti chilometri, sarà più soggetto a sinistri, e così il prezzo sale.

Abitudini del guidatore

Anche le abitudini del guidatore possono influenzare il costo assicurazione auto.

Infatti, chi usa il proprio veicolo solo per lavoro, avrà, in media, un rischio di sinistri minore rispetto a chi lo utilizza anche per il tempo libero, anche per il numero di chilometri percorsi.

Rientra in questa categoria, anche la possibilità di riporre l’auto in un box o garage, rispetto a dover lasciare l’auto parcheggiata in strada. Nel secondo caso, infatti, il rischio di essere coinvolta in un incidente è maggiore, e di conseguenza il prezzo dell’ r.c. auto sale.

I costi fissi inclusi nel prezzo delle polizze r.c. auto

A tutti i fattori elencati sopra, vanno poi aggiunte le spese fisse, che sono incluse nel costo assicurazione auto.

Si tratta di diverse voci di spesa, come quelle per coprire i costi della pratica, gli oneri fiscali e sanitari, il contributo al Servizio Sanitario Nazionale e quello per il Fondo di Garanzia per le vittime della strada.

Hai qualche domanda su come si calcola il costo assicurazione auto?

Per ulteriori informazioni vai su preventivircauto.it e contattaci sulla live chat oppure scrivici a questo indirizzo email: rca@ebrokers.it