European Brokers e San Gennaro!

Si è conclusa lo scorso 16 febbraio la mostra IL TESORO DI NAPOLI. I Capolavori del Museo di San Gennaro, ospitata presso , il Museo Fondazione Roma, nella sede di Palazzo Sciarra, promossa dalla Fondazione Roma e organizzata dalla Fondazione Roma-Arte-Musei in collaborazione con il Museo del Tesoro di San Gennaro di Napoli. Accanto all’organizzazione si è affiancata European Brokers Assicurazioni,  il broker specialista nel mercato del Fine Art e quindi partner assicurativo della mostra.

Per la prima volta, al di fuori delle mura di Napoli, è stato esposto un numero così consistente di capolavori provenienti dalla collezione di arte orafa più importante al mondo, accanto a documenti originali, dipinti, disegni, arredi sacri. La mostra ha offerto l’occasione di approfondire, da un punto di vista scientifico, l’inestimabile valore artistico e culturale del Tesoro di San Gennaro.
L’esposizione è stato un evento unico, di grande rilevanza storica e artistica: per la prima volta, quasi 70 opere provenienti da una delle collezioni di arte orafa più importante al mondo, sono state presentate al di fuori delle mura della città partenopea accanto a documenti originali, dipinti, disegni, arredi sacri. La mostra ha offerto agli estimatori e devoti l’occasione di approfondire da un punto di vista scientifico l’inestimabile valore artistico e culturale del Tesoro di San Gennaro per far riscoprire, tramandare e rivivere attraverso un viaggio nel tempo, Napoli e il suo nume, tutelare, la storia della città partenopea, i suoi artisti e soprattutto l’inestimabile patrimonio di San Gennaro che si è accumulato lungo sette secoli. Proprio la tutela del patrimonio artistico è stata la mission di European Brokers Assicurazioni che è stata onorata di poter sostenere un progetto culturale così importante per la città di Roma che ha attratto migliaia di visitatori da tutto il mondo.
Con venticinque milioni di devoti sparsi in tutto il mondo, infatti, San Gennaro è il santo cattolico più famoso e conosciuto nel mondo. La sua è una lunghissima storia legata strettamente a Napoli, tra devozione e pregiudizio, fede e incredulità, fino a una fortissima identificazione tra il Santo protettore e la coscienza di un popolo periodicamente minacciato da catastrofi naturali ed eventi storici. La mostra a Palazzo Sciarra si sviluppa secondo un percorso scientifico senza escludere un approccio anche emozionale, per descrivere quale è stata l’evoluzione del culto di San Gennaro a Napoli, il motivo per cui il Tesoro appartiene ad un’istituzione laica e come l’arte orafa partenopea si sia perfezionata nei secoli, dando vita a gran parte dei capolavori esposti.
Per far comprendere l’impatto di questo appuntamento, basti dire che il Tesoro di San Gennaro, formatosi attraverso settecento anni di donazioni di papi, imperatori, re, ma anche di ex voto popolari, ha un valore storico superiore a quello dei Gioielli della Corona d’Inghilterra e dello Zar di Russia.

della mostra, che nell’arco di un triennio ha effettuato approfonditi studi su alcuni dei preziosissimi gioielli donati al Santo e che saranno esposti a Roma. Inoltre, al contrario di quanto accaduto per altri patrimoni dinastici ed ecclesiastici, il Tesoro si è mantenuto intatto dalla sua nascita ad oggi, senza mai subire spoliazioni e senza che i suoi preziosi fossero venduti per finanziare guerre, in un processo di acquisizione e ampliamento continuo.